La crisi di un giudice

Il libro tratta di una parentesi nella vita di Fiona Maye. L'impressione infatti è che tutti i personaggi e tutto ciò che è narrato sia soprattutto funzionale alla descrizione del personaggio del giudice: come vive, le sue emozioni, i suoi dubbi, i suoi ragionamenti per la risoluzione dei casi.

Adam è un personaggio che entra casualmente nella sua vita proprio nel momento di maggior turbamento e contribuirà ad approfondire questa crisi, nonchè a superarla in qualche modo.

In realtà io avevo scelto di affrontare questa lettura perchè attratta dalla storia di Adam e dal dubbio etico che pone, ma mi sono accorta che non è questo il fulcro principale della vicenda e mi sono così ritrovata con un libro diverso da quello che mi aspettavo.

Però non dico questo in modo negativo perchè tutto sommato mi è piaciuto conoscere Fiona e condividere i suoi tormenti, sia privati che professionali. Si tratta di una donna completamente assorbita dal suo lavoro, tanto da trascurare la vita privata e questo fa soffrire il marito. Ciò che le accade la aiuta a riconoscere le sue debolezze e ad ammettere la possibilità di sbagliare, riconducendola a una dimensione più umana.

copertina di La ballata di adam henry

Scheda del libro

Generi