Alzheimer

Dalla trama potrebbe sembrare un giallo, ma in realtà si racconta soprattutto della malattia di Alzheimer, di cui soffre la protagonista.

Davvero una tecnica narrativa molto particolare, non stupisce che l'autrice sia docente di scrittura creativa. La narrazione permette di vedere soprattutto il punto di vista della protagonista, con i suoi vuoti di memoria e le ricostruzioni parziali di ciò che accade. In alcuni punti diventa difficile riuscire a capire lo svolgimento degli avvenimenti, si deve comporre il tutto come un puzzle, mettendo insieme i vari frammenti di memoria, le pagine del diario, i discorsi. Particolare e intenso.

copertina di Non ricordo se ho ucciso

Scheda del libro

Generi