Recensione

Inizio del XX secolo. James Asher, ex-agente del servizio segreto inglese ed insegnante di filologia, rientra a casa dopo una giornata di lavoro ma trova una brutta sorpresa ad attenderlo: un vampiro. Don Simon Ysidro, nobile spagnolo tramutato vampiro oltre 3 secoli fa, minaccia di uccidere la moglie di Asher se egli non accetterà di lavorare per lui. Qualcuno sta infatti sistematicamente eliminando i vampiri di Londra, e Asher, suo malgrado, dovrà scoprire il responsabile e impedirgli di fare altre vittime.

Ennesima delusione in campo "vampiresco". Questo romanzo non è riuscito a coinvolgermi nemmeno per un istante. Innanzitutto ho trovato il ritmo eccessivamente lento: troppe parole spese per descrivere aspetti inessenziali ai fini della trama o del creare l'atmosfera.

La caratterizzazione dei personaggi è quantomeno approssimativa; il massimo della personalità espressa dal protagonista sono le sue continue riflessioni su "quanto sono fortunato ad aver sposato una donna così bella intelligente e ricca".

Del protagonista vampiro, Ysidro, praticamente non viene rivelato nulla. Figuratevi il trattamento riservato ai comprimari. Ho trovato la trama poco originale e prevedibile, a tratti assurda (specie nel finale). Il metodo investigativo utilizzato dal protagonista mi è suonato poco plausibile. Non è che ci siano particolari buchi di sceneggiatura, ma le deduzioni di Asher mi sono sembrate forzate e poco convincenti.

In fatto di romanzi sui vampiri ammetto di essere forse un po' troppo esigente; quello che cerco in questo genere di letteratura è l'introspezione nella psiche del vampiro, l'analisi del conflitto interiore conseguente alla trasformazione in vampiro (e chi consce l'ambientazione del World of Darkness della White Wolf sa di cosa parlo). Chiaramente non è questo lo scopo del romanzo in questione, che negli intenti si avvicina di più al Dracula di Stoker, in cui i protagonisti affrontano un antagonista vampiro incarnazione del male assoluto.

Inutile dire che laddove Stoker riesce a sfornare un opera diventata (a pieno merito) un classico senza tempo, temo che il romanzo della Hambly avrà tutt'altro destino. E' passato troppo tempo dall'ultima volta che ho letto un buon libro sui vampiri, sono in piena crisi d'astinenza. Se conoscete qualche buon titolo, vi prego segnalatemelo!!


foto di Barbara Hambly

Barbara Hambly

Nata a San Diego, California e cresciuta a Montclair, California, Barbara Hambly ha una sorella più anziana, Mary, e un fratello più giovane, Ed; è in possesso di una specializzazione in storia medievale, conseguita presso l'Università della California a Riverside, ha completato i suoi studi nel 1975, trascorrendo un anno a Bordeaux, in Francia. Il suo primo romanzo pubblicato fu Time of the Dark nel 1982.

copertina di Cacciatori delle tenebre

Scheda del libro

Generi