Peccato per la grammatica "alternativa"

Bella storia! Mi è piaciuto molto il modo in cui si dipana la trama, introducendo di volta in volta nuovi personaggi che aggiungono la loro voce al puzzle che si va componendo. Interessante il fatto che si parli della Germania ai tempi del muro e, soprattutto, della vita nella DDR, argomento non esattamente popolare. Belle le storie di chi ha cercato di scappare e ce l'ha fatta, anche se a caro prezzo. Angoscianti invece le storie di chi ha dovuto fare i conti con la stasi, ritrovandosi accusato ingiustamente di reati assurdi.
Grossissima pecca del libro è la traduzione piena zeppa di errori, se non orrori ortografici che nemmeno un bambino delle elementari farebbe. È davvero fastidioso leggere un libro tradotto così male.

copertina di L'eco lontana delle onde del nord

Scheda del libro

Generi