Che libro insulso

Non so nemmeno come ho fatto ad arrivare fino all'ultima pagina, anche se ammetto che è scattata ben presto la lettura veloce. Solo la mia difficoltà ad abbandonare i libri mi ha fatto proseguire pensando che a un certo punto sarebbe migliorato, che ci sarebbe stato qualcosa che mi avrebbe attratta dopo tutto. Vana illusione!
Il romanzo mi è sembrato assurdo. Tanto per cominciare per un buon numero di pagine sembra che la protagonista abbia perso solo il marito nell'incidente e poi, così quasi per caso, si viene a sapere che in macchina c'era anche la figlia. E vabbè, particolare secondario, tanto il grande trauma della protagonista è la morte del marito.
Però la morte della bambina è un immenso dolore per Danielle, l'amica e collaboratrice della protagonista. Boh in questo romanzo tutti vogliono i figli degli altri. Perché ovviamente anche la nostra eroina, scoperto che suo marito aveva avuto un figlio di cui non immaginava l'esistenza, diventa prima una stalker e poi una semi pedofila.
Si potrebbe poi parlare di come viene scoperto l'attentatore, ma non vorrei spoilerare il finale e rovinare la lettura di questo incredibile romanzo.

copertina di Vieni via con me

Scheda del libro

Generi