Lui aveva la malattia della tristezza

La malattia della tristezza è parecchio contagiosa e investe completamente questo nucleo familiare, non solo il padre. La situazione appare complessa fin dall'inizio: la zia suicida, il figlio con problemi psichici e il padre alcolista. Viene da pensare a come effettivamente nella vita i problemi tendano a sommarsi fra loro e ad assumere dimensioni spropositate.

Il romanzo descrive una famiglia in gravi difficoltà e lo fa utilizzando i diversi punti di vista dei suoi componenti, in modo da dare una visione più completa.

Questa tecnica narrativa ha sempre molta presa su di me, anche se in questo caso rende fino a un certo punto perchè mi è sembrato che ci fosse una scarsa caratterizzazione delle varie "voci".

Una cosa che mi ha proprio disturbata è stata l'introduzione del personaggio di Frank, fin troppo perfetto per essere vero e la conseguente storia d'amore. Mi è sembrato tutto troppo artefatto e affrettato.

copertina di Al centro dell'inverno

Scheda del libro

Generi