E se...?

Ho scoperto uno scrittore interessante!

Ho sempre qualche reticenza a leggere autori italiani, ma in questo caso i miei pregiudizi sono stati smentiti.Il romanzo è di ampio respiro e narra vicende che interessano quasi un secolo di storia, interessandosi soprattutto del secondo dopoguerra e del destino degli ex gerarchi nazisti rimasti in vita.

Buticchi gioca un po' con la Storia cercando di fornire delle risposte, peraltro abbastanza plausibili, a misteri destinati a rimanere tali.Ho trovato veramente bella la storia di Luce e della sua amicizia con Eva Peron.

Avvincente quanto basta, con personaggi interessanti, anche se un pochino piatti. Dovendo muovere un appunto al libro direi proprio questo: i personaggi sono un po' stereotipati, soprattutto i cattivi che sono cattivi in ogni occasione e reiterano spesso i propri comportamenti. In particolare non mi è piaciuto il personaggio di Martin che, guarda caso, compie le stesse malefatte del padre con le stesse dinamiche. In ogni caso queste pecche non intaccano il giudizio complessivamente più che positivo che do al romanzo.

copertina di La voce del destino

Scheda del libro

Generi