Le nostre radici

Mi intrigava l'idea di leggere un romanzo ambientato nella preistoria e non sono rimasta delusa. E' interessante venire a conoscenza di quelle che potevano essere le usanze e le modalità di vita degli uomini primitivi. Non dimentichiamo poi che l'autrice è una paleontologa, per cui qualcosa ne sa...

La cosa che mi ha lasciata un po' perplessa è che il romanzo talvolta si traduce in una sorta di storia delle origini del femminismo. Ok l'eroina è mentalmente più evoluta rispetto ai neanderthaliani, ma a volte mi è risultata fin troppo moderna nei pensieri e nei modi di fare e questo a mio parere stona un po'.

copertina di Ayla figlia della terra

Scheda del libro

Generi